Car Boot Sales - Italy

27 Settembre. Car Boot Sale Sicily. Una giornata dedicata al riciclo
Parcheggio Parco Angelo D' Arrigo, Pedara (CT)
POSTED ON: 15/09/15
Location Map
Occurrence Regular
Held On Sunday
Start Date September
End Date September
Seller Start Time 8:30am
Buyer Entry Time 9am
Seller Pitch Fee Gratis. Free
Buyer Entry Fee Gratis. Free
Refreshments No
Toilets No
Organiser(s) Name Marcella Castello. Ass. M.A.D.
Telephone 3294586176
Email m.a.d.associazione@gmail.com
Website MAD movimento artistico d'avanguardia (Facebook)
Additional Info. Il presente regolamento disciplina le modalità di svolgimento del “Car Boot Sale Sicily”: “Una giornata dedicata al riciclo proposta dall’Ass. M.A.D. (MovimentoArtistico D’Avanguardia)”e patrocinata dal Comune di Pedara.

Il Car boot sale (vendita dal baule della macchina) è un evento tipicamente inglese, in cui i cittadini si riuniscono e con un banchetto davanti al proprio cofano vendono a poco prezzo le cose che non vogliono più. E’ un ‘community event’ non un semplice mercatino dell’usato, è praticamente una giornata di riciclo di sostenibilità sia dell’ambiente e della propria comunità.
E’ un’iniziativa progressiva e di comunità anziché commerciale che incita i cittadini a riciclare e riunirsi.
L’evento si pone come obiettivo quello di promuovere uno scambio diverso dall’usuale, rivalutando l’importanza della merce usata e del risparmio, riconsiderando l’etica in economia e dei rapporti interpersonali negli scambi commerciali.
Lo svolgimento avrà luogo domenica 27 settembre 2015 dalle ore 09.00 alle ore 17.00 all’interno del parcheggio antistante il parco Angelo D’Arrigo, in Pedara.

REGOLAMENTO
ART. 1 In tale iniziativa, l’Amministrazione Comunale e l’Ass. culturale MAD vengono sollevate da tutti gli aspetti di responsabilità civile e penale in relazione a fatti o atti che dovessero essere compiuti durante lo svolgimento della manifestazione.
L’area in cui si svolge la manifestazione è, ai fini di legge e di regolamento, area pubblica, anche per quanto concerne i profili di controllo e sanzionatori.
ART. 2 – CATEGORIE DI OPERATORI E LIMITAZIONI ALL’ESERCIZIO
La manifestazione, a cura dell’Ass. culturale MAD e dei suoi collaboratori, è finalizzata all’esposizione e vendita di merci da parte di privati maggiorenni che non siano soggetti che esercitino l’attività in modo professionale.
• E’ vietata la vendita di articoli nuovi ancora contenuti nell’imballaggio originario ovvero acquistati all’ingrosso con finalità commerciali.
• La suddetta associazione ha facoltà di sospendere la vendita di articoli che a suo insindacabile giudizio, non offrano sufficienti garanzie di sicurezza e lecita provenienza.
• L’associazione MAD ha facoltà di porre un limite di operatori con esposizione e vendita di prodotti.
• Nel caso in cui la merce non sia ritenuta pertinente allo spirito della manifestazione, l’autorizzazione alla sua esposizione può essere insindacabilmente rifiutata.
• In tale manifestazione è vietata la vendita e l’esposizione di:
a) oggetti preziosi nuovi e usati il cui valore sia superiore a € 300,00 quali: perle, pietre preziose e oggetti in metalli preziosi (come definiti dal D.Lgs. n. 251/1999); b) generi alimentari; c) animali vivi; d) qualunque genere di arma (come definita dall’art. 30 del TULPS e artt. 44 e 45 del Reg.); e) qualsiasi genere di materiale destinato ad un pubblico di soli adulti.
RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE
1. I soggetti interessati devono presentare all’associazione MAD richiesta di partecipazione al mercatino in qualità di privati venditori occasionali.
2. La trattazione delle merci deve essere fatta personalmente dall’assegnatario del posteggio che, unitamente alle stesse, deve tenere esposta in modo ben visibile la scheda di partecipazione, che viene fornita dall’organizzazione.
3. Tale scheda, che viene riconosciuta come unico titolo abilitativo, deve essere compilata prima dell’esposizione della merce.
4. La suddetta scheda, predisposta dall’associazione, deve essere sottoscritta dall’operatore al momento della richiesta di partecipazione al mercatino e deve contenere l’esplicito impegno a non mettere in vendita merci di dubbia o illecita provenienza, nonché di essere a conoscenza e di rispettare quanto previsto dal presente regolamento, dalla normativa fiscale e dalla normativa penale con particolare riferimento al reato di ricettazione ( art. 648 C.P.).
5. L’associazione dovrà compilare un elenco dettagliato degli espositori (generalità, merce esposta e quant’altro necessario alla loro individuazione) che sarà consegnato, qualora richiesto, all’Amministrazione Comunale per gli eventuali controlli, anche a campione, sulla regolarità dei partecipanti e sulla veridicità di quanto dichiarato.
6. L’espositore deve sempre avere a disposizione un documento di riconoscimento.
MODALITA’ DI SVOLGIMENTO
1. L’accesso dei veicoli da trasporto all’interno dell’area della manifestazione è consentito dalle ore 8,00 alle ore 9,00
2. Lo stazionamento del veicolo è consentito purchè costituisca parte integrante del banco di esposizione/vendita.
3. E’ fatto assoluto divieto di richiamare il pubblico con grida, richiami sonori e simili.
4. E’ vietato appendere oggetti o utilizzare proprietà o pertinenze altrui (muri, finestre ecc.), fatto salvo l’assenso dell’avente titolo.
5. E’ vietato appendere oggetti sulla segnaletica su piantumazioni, cancellate o qualsiasi altro elemento di arredo urbano, così come la loro manomissione.
6. Al momento della chiusura del mercatino, l’operatore è tenuto a lasciare il suolo assegnato libero dai residui di ogni sorta.

Il Presidente
Marcella Castello